<div <div <div <div <body

Glossario

Glossario dei termini più frequenti che ricorrono nelle pergamene dell'Archivio di Montevergine

(a cura di Amelia Pecoraro)

 

ACQUATICO: diritto all'uso dell'acqua

CAIA (DI SERICO): unità di misura

CASALINO: piccola casa rustica, per lo più in cattivo stato

CATAPANO: governatore di provincia durante la dominazione bizantina nel secolo X; diventa funzionario amministrativo giudiziario sotto i Normanni nell'Italia meridionale

CEDUO: bosco che viene tagliato per ricavarne legna da catasta, lasciando interrati i ceppi da cui nasceranno altri germogli

CENTA: unità di misura

CERQUETO: terreno piantato con alberi di quercia

COLLAZIONE: conferimento di un ufficio ad una persona sia ecclesiastica che civile, diretto ad aumentare il valore reale ed effettivo dei beni nella massa ereditaria da dividere

COMITALE: proprio di conte, che si riferisce o appartiene a conte

CONNESTABILE (O COMESTABILE): grande dignitario, titolo conferito a personaggi di alta dignità e che assumevano il comando

CORBA: unità di misura di capacità per aridi e anche per liquidi

CORROBORAZIONE: presente nel testo del documento, è l'annuncio delle formalità da adottare per la convalida del documento

COSTA: terreno in lieve pendenza

CRIVELLO: utensile costituito da un telaio rotondo o rettangolare, con bordi alti dalla parte superiore su cui è tesa una rete metallica ma che anticamente era di pelle traforata, che separa in una massa di frammenti di varia grossezza (grani, farine) le parti più grosse da quelle di dimensioni minori

DENARI: unità monetaria coniata nei vari paesi occidentali in tempi diversi e quindi di vario valore

DERRATA: merce per l'alimentazione, proveniente per lo più dai prodotti dell'agricoltura di largo consumo e di generale commercio: sono derrate l'olio, il grano, il vino

ENTRATURA:  tassa di ammissione, dazio di entrata delle merci

ERBATICO: canone o tributo pagato dal colono per tagliare l'erba

 torna a inizio pagina

ESTATICO: tassa che veniva corrisposta al signore per ottenere il permesso di raccogliere ghiande nel bosco (glandatico)

FIDANZIA: avere o riporre fiducia in qualcuno o in qualcosa

FOLLARO: moneta medioevale di bronzo o di rame coniata dagli Ostrogoti, dai Normanni e dalle zecche dell'Italia meridionale e d'Oriente, che subì molte variazioni di peso a seconda dei luoghi e dei tempi

GABELLA: tassa, imposta di consumo, dazio

GASTALDO (O CASTALDO): amministratore dei beni di un'illustre e ricca casata, di un convento. Presso i Longobardi, amministratore della corte del re, con attribuzioni civili, militari, giudiziarie

GRECCOLETO: foresta di castagni cedui

GUADIA: nell'antico diritto longobardo, garanzia per un debito, per lo più in nome collettivo, assunta dai parenti di chi lo contraeva

IN SOLIDO: VEDI SOLIDUM

ISCLA: piantagione irrigua di cereali

IUS PATRONATUS: diritto di patronato, privilegio spettante ad un laico nei confronti di una chiesa o altra istituzione ecclesiastica

LAUNEGILDO: istituto del diritto longobardico, in forza del quale il donatario cedeva al donante un oggetto, per lo più di modico valore (detto anch'esso launegildo) come corrispettivo simbolico del dono ricevuto, trasformando così in contratto oneroso la donazione gratuita, che nell'antico diritto longobardico non aveva valore di negozio giuridico

LIBBRA:  unità di misura di peso o più precisamente, di massa, già in uso presso i Greci e i Romani, poi estesa, nel Medio Evo, a tutta l'Italia e ad altri Paesi con valori diversi

MALLEVARIA (O MALLEVERIA): negozio giuridico con cui un soggetto garantisce l'adempimento dell'obbligazione civile di un altro soggetto (pagamento di una somma di denaro o adempimento di altra prestazione di natura giuridico-patrimoniale), obbligandosi personalmente a tale fine nei confronti del creditore

MOLITURA:  procedimento, attuato mediante macchine apposite, di macinazione e di riduzione in farina di cereali, di frangitura delle olive

MORGEBGABE: antico istituto giuridico tedesco secondo il quale un matrimonio veniva sancito definitivamente il mattino successivo alla prima notte di nozze con una donazione del marito alla moglie, la cui entità non poteva superare un quarto dell'ammontare complessivo dei beni del marito

MUNDUALDO (O MONDUALDO): ha origine dal diritto longobardo, termine attribuito all'uomo a cui spettava il potere del mundio, e cioè la tutela perpetua a cui erano sottoposte le donne e che quindi adempiva ai doveri sociali di protezione ed esercitava le funzioni di rappresentanza giuridica. A seconda che la donna fosse nubile o sposata, era rispettivamente il padre o il marito o, in loro mancanza, un consanguineo dell'uno o dell'altro, o in mancanza di parenti, il sovrano

MILIARES: moneta d'argento romana coniata nel secolo IV d. C. e molto usata anche in seguito con i commerci con il Levante

MUNIMINA: carta di riconoscimento del possesso di un bene

torna a inizio pagina

ONCIA: unità di misura di peso (o, più precisamente di massa) adottata in Italia e in altri Paesi con valori diversi

ORTALE:  parte di territorio comprendente uno o più orti

PALMENTO: aia

PASTINAZIONE (E PASTINO): contratto agricolo secondo il quale il proprietario dà in concessione un terreno, di solito per un periodo di ventinove anni, con l'impegno di dissodarlo, scavare i solchi per lo scolo delle acque e piantare le viti o gli alberi fruttiferi

PILA: vaso di pietra profondo capace di ricevere acqua

PLATEAITCO: tributo o regalia di origine feudale da pagarsi al signore o alla comunità per l'uso di suolo pubblico al fine di esporre merce

PREPOSITO: posto a capo, al comando. Nel campo ecclesiastico: priore o superiore

PRESBITERO: nell'ordine ecclesiastico: sacerdote, prete

PROTOSEBASTO: titolo onorifico dell'impero bizantino, istituito dall'imperatore Alessio Comneno nel 1081

RAMESINA: ciascuna dei diversi tipi di monete di rame che nei secoli XI e XII avevano corso nell'Italia meridionale secondo pesi diversi

SCHIFATO (O SCLIFATO): nome di un'antica moneta bizantina di forma concava e delle imitazioni che ebbero corso soprattutto nell'Italia meridionale

SESTARO: misura di capacità usata sia per i liquidi che per gli aridi; recipiente di capacità

SOLIDUM: in modo solidale, secondo il vincolo di solidarietà per cui ciascuno di più debitori è obbligato per l'intero

STOLA (DIRITTO DI): diritto, tassa di stola: nella vita ecclesiastica anteriore al Concilio Vaticano II, gli emolumenti che i parroci avevano diritto di percepire dai fedeli, secondo gli importi stabiliti dalla consuetudine o da apposita tariffa diocesana in occasione di funzioni religiose, riguardante specificamente i singoli

STRATIGOTO: funzionario con mansioni amministrative e giudiziarie attivo in alcuni principati longobardi dell'Italia meridionale

SUBURBIO: agglomerato più o meno ampio di costruzioni che si sviluppa ai margini di una città, sobborgo

TARÌ : moneta presente negli antichi regni meridionali, in origine d'oro e coniata in Sicilia dai califfi fatimiti, ad Amalfi e Salerno dai principi normanni, in seguito d'argento, in uso presso il regno aragonese di Sicilia

TERRATICO: contratto con cui il padrone di un terreno dà il terreno stesso in affitto ai contadini perché lo dissodino, lo coltivino ricevendone in cambio una parte dei raccolti che se ne ricaveranno

TORNE: pezzamenti di terreni

TRENTANA: unità di misura monetaria

TURIBOLO: vaso di argento o di altro metallo munito di coperchio traforato e sospeso a tre catenelle, in cui si brucia l'incenso durante le funzioni sacre

VIRIDARIO (O VIRIDIARIO): giardino con aiuole e fontana

torna a inizio pagina