<div <div <div <div <body

Archivio famiglie locali

(inventario a cura di Amelia Pecoraro)

Alle prime tre buste dell’archivio storico riguardante la famiglia Imbimbo (consultabile nella pagina Archivio famiglia Imbimbo della sezione Archivio di questo sito), sono state aggiunte altre sette buste che trattano di famiglie altrettanto importanti (Caracciolo, Colonna, De La Ville-Surjllon, Frezzaroli, Grimaldi, Petroni, Prosapia-Cortizzos, Ricca, Ricciardi-Oliva, Scala), di cui è stato redatto un inventario più analitico; mentre di altre famiglie (Acciani, Aufiero, Avena, Bruni, Cacciatoti, Capozzi, Caricchio, Cattaneus, Cianciulli, Cione, Corsi, Cortizzos, De Rogatis, De Rosa, Dell’Osso, Di Capua, Di Gennaro, Dusmet, Frasca, Freda, Gatta o Gatti, Labonia, Lanni, La Via, Lenzi, Nigro, Paglia, Paladini, Pallante, Pascale, Pellicano, Pepe, Tozzoli, Vecchi), non certo meno rilevanti, anzi di notevole interesse per la storia dell’Irpinia, è stato fatto un inventario sommario per dar modo comunque agli studiosi interessati di poterli consultare. Ciò non toglie che in seguito sarà fatto un più completo e approfondito inventario.

Segue infine l’inventario delle carte di Maria Cristina di Savoia (curato da Anna Battaglia) relative alla sua causa di beatificazione, alla quale è stato già  dedicato l’articolo Sulla causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia, all’interno della rubrica Una finestra sulla Biblioteca, dove è possibile leggere ampi stralci dai documenti stessi.



                   

 

torna a inizio pagina

  
                                                            Famiglia CARACCIOLO
 Busta 4                                    
 

Sec. XV-XX

Notizie  sui feudi dei principi di Torella (cc. 12)

  

1495 – 1621

Passaggi di proprietà relativi al feudo di Monacilione in terra di Capitanata (cc. 4)

  

1564 – 1768

Notizie di strumenti notarili relativi alla famiglia Caracciolo (cc. 5)

  

1603

Notizie relative al riconoscimento del titolo di marchese di Bella a Domizio Caracciolo morto nel 1603 (c. 1)

  

1637

Notizie sul feudo di Gambatesa, titolo estinto nel 1637 (c. 1)

  

1672

Notizie su uno strumento notarile col quale si costituisce un capitale di ducati 3000 a favore del Monte di Ciarletta contro il principe di Torella D. Marino Caracciolo (cc. 2)

  

1677 – 1735

Notizie sui titoli della famiglia Caracciolo (c. 1)

  

Sec. XVII – XVIII

Feudi dei Caracciolo: Gambatesa, Monacilione, Fiume Freddo, Rende… (cc. 2)

  

1735 – 1740

Notizie di strumenti notarili della famiglia Caracciolo (c. 1)

  

1760

Feudi del principe Giuseppe Caracciolo nella provincia di Basilicata e in quella di Principato Ultra (cc. 2)

  

1782

Processo verbale delle discussioni tra l’agente del Contenzioso della Tesoreria Generale e il duca di Lavello al fine di convenire un progetto di transizione da parte del principe di Torella contro il Demanio (cc. 8)

  

1810

Il Ministro degli Affari Esteri comunica al principe di torella che per la morte di S.M. la Regina di Prussica occorre prendere il lutto ordinario per 21 (ventuno) giorni (c. 1)

  

1810

Lettera del Ministro degli Affari Esteri al principe di Torella circa la missione di quest’ultimo presso l’Imperatore a Parigi (c. 1)

  

1810

Il Ministro degli Affari Esteri comunica al principe di Torella l’ordine di fermarsi a Parigi presso il duca di Cadore, prima di giungere a Pietroburgo (cc. 2)

  

1810

Il principe di Torella viene informato dal Ministro degli Affari Esteri che in occasione della morte del re di Svezia è stabilito il lutto per un periodo di nove giorni (c. 1)

  

1811

Lettera del Ministro degli Affari Esteri al principe di Torella, circa un permesso di soggiorno a Napoli (c. 1)

  

1833

Copia del progetto di regolamento per la nettezza delle strade della città di Napoli (cc. 8)

  

1840

Notizie di strumento notarile di cui sono attori il principe di Torella e Beatrice Caracciolo (c. 1)

  

1842

Francesco Bardari, rettore della Reale Chiesa di S. Anna dei Lombardi, fa presente al principe di Torella che il re Ferdinando I, concede la suddetta Chiesa per abitazione del Rettore, dei chierici e per uso archivio (cc. 2)

  

1844

Lettera al principe di Torella circa il Reale Rescritto del 18 marzo 1831 per la fondazione di una commenda, sotto il titolo di S. Silvestro (cc. 2)

  

1848

Copia del verbale del 28 aprile 1848 con cui è proclamato deputato alla camera legislativa il duca di Lavello (cc. 2)

  

1848

Il principe di Cariati comunica al principe di Torella la solenne apertura delle Camere legislative fissata per il 1 luglio 1848 (cc. 1)

  

1849

La camera dei Pari con una circolare, informa il principe di Torella che per la morte della principessa M. Cristina di Toscana, occorre vestire il lutto per du settimane (c. 1)

  

1850

Atto della Gran Corte Criminale con cui si revoca il procedimento di perquisizione a carico del principe di Torella (c.1)

  

1850

Il sindaco di Napoli informa il duca di Lavello che il giorno 2 ottobre 1850 si terrà una riunione del decurionato per discutere lo stato finanziario di quell’anno (c. 1)

  

1850

Il sindaco di Napoli invita il duca di Lavello a presentarsi nella sua residenza per discutere sugli ordini del direttore del Ministero dell’Interno circa la formula di giuramento di fedeltà al re (cc. 2)

  

1850

Il sindaco di Napoli comunica al duca la nomina a componente della commissione che dovrà occuparsi degli affari dell’amministrazione del decurionato (cc. 5)

  

1855

Lettera del Ministro degli affari interni al duca Nicola Caracciolo con cui gli comunica la nomina a presidente del Consiglio generale della provincia della Basilicata (cc. 5)

  

1859

Lettera dell’architetto Giuseppe De Libero al principe di Torella, deputato commissario dei fondi urbani della venerabile cappella del tesoro di S. Gennaro (c. 1)

  

1886

Notizia sul testamento della signora Alarcon j Mendozza, che revoca in un secondo testamento solo il legato (lascito) fatto alla marchesa D. Emanuela Caracciolo (cc. 2)

  

1888

Elenco dei documenti trasmessi alla Consulta Araldica del Regno per il riconoscimento dei vari titoli e qualifiche nobiliari della famiglia Caracciolo (cc. 12)

  

1889

Carteggio relativo al decreto di riconoscimento dei vari titoli e qualifiche nobiliari della famiglia Caraccio (cc.29)

  

Sec. XVII – XX

Corrispondenza varia (cc. 26)

  

Sec. XIX – XX

Indice dei documenti relativi agli antichi titoli della famiglia Caracciolo (cc. 2)

  

Sec. XIX – XX

Varie (cc. 40)

torna a inizio pagina


Famiglia  COLONNA
  

28 febbraio 1708

Scrittura privata tra Giovanna Vandenejnde moglie di Giuliano Colonna ed Elisabetta Vandenejnde vedova de quondam Carlo Carafa, fatta in seguito al testamento della madre Olinda Piccolomini (cc. 6)

  

Sec. XIX

Storia della famiglia Colonna con albero genealogico (cc. 13)

  

Sec. XIX

Storia della famiglia Colonna tratta da diversi libri e pubblicazioni (cc. 22)

  

1814 – 1860

Documenti relativi alla carriera militare di Carlo Colonna dei principi di Stigliano (cc. 16)

  

1848

Nomina a deputato del signor Giuseppe Colonna (c. 1)

  

1852 – 1897

Documenti relativi alla carriera di Ferdinando Colonna (cc. 7)

  

1884 – 1894

Accuse di ricevuta da parte di alcune biblioteche, del libro di Ferdinando Colonna: Notizie storiche di Castelnuovo in Napoli (cc. 2)

  

1886 – 1900

Ferdinando Colonna è nominato ispettore degli scavi e dei monumenti antichi di Benevento, Napoli… (cc. 5)

  

1904

Il principe Ferdinando Colonna chiede alla consulta Araldica di Roma, l’iscrizione di tutta la sua famiglia nel libro d’oro della Nobiltà Napoletana (cc. 2)

  

1904 – 1905

Seguito della Consulta Araldica (cc. 5)

torna a inizio pagina

                                                              Famiglia DE LA VILLE-SURJLLON
                                                          

Sec. XIX

Produzione e documenti per il signor Conte Alessandro De La Ville - Surjllon Dino contro il signor Ferdinando Salvatore – Dino (cc. 105)


 
Famiglia FREZZAROLI
  

27 maggio 1595

Capitoli e patti stipulati tra Camilla Guazzaluti e Giovanni Domenico Frezzaroli (cc. 2)

  

15 settembre 1661

Capitoli, patti e convenzioni stipulati tra Camillo Frezzaroli e Isabella Aufiero (cc. 16)

  

20 maggio 1684

Atto di donazione dei beni di Isabella Offiero (cc. 4)

  

23 febbraio 1693

Ricognizione di patronato di un convento in Lauro a favore di Giuseppe Offiero (c. 1)

  

26 luglio 1737

Capitoli matrimoniali tra Anna Villani, vedova del quondam Scipione Frezzaroli e Vincenzo Iannotti per il matrimonio di Vittoria e Giuseppe (cc. 4)

  

4 dicembre 1738

Capitoli, patti e convenzioni tra Vittoria Villani e Giuseppe Iannotti (cc. 4)

  

1743

Apprezzo dei beni di proprietà di Scipione e Onofrio Frezzaroli (cc. 4)

 torna a inizio pagina

  
                                                                                Famiglia GRIMALDI

Sec. XIX

Albero genealogico della famiglia Ceva - Grimaldi. Notizia circa l’acquisto di un feudo da parte dei Grimaldi. (c. 1)


Famiglia PETRONI

1724/1726

Memoriale dei signori Petroni di Napoli, i quali chiedono di essere riconosciuti come dei Petroni di Siena (cc. 14)


Famiglia PROSAPIA-CORTIZZOS

Sec. XIX

Albero genealogico istorico ( cc. 14)


Famiglia RICCA
  

24 aprile 1724

Scrittura relativa alla morte di D. Giuseppe Ricca (c. 1)

  

30 maggio 1792

Scrittura relativa alla morte di D. Angelo Ricca (c. 1)

  

26 settembre 1792

Scrittura relativa alla morte di Teresa Imbimbo, moglie del fu Giuseppe Ricca (c. 1)

  

6 marzo 1797

Scrittura relativa alla morte di Gianvincenzo Ricca (c. 1)

  

1799

Scrittura relativa alla morte di suor Maria Vincenza Ricca (c. 1)

  

1801

Scrittura privata relativa alla morte di Paolo Ricca (c. 1)

  

12 luglio 1801

Scrittura relativa alla morte di suor Mariantonia Ricca (c. 1)

  

16 febbraio 1815

Scrittura relativa alla nascita di Vincenza, Maria, Teresa, Francesca, Nicoletta Ricca (c. 1)

torna a inizio pagina


   
Famiglia RICCIARDI-OLIVA
  

14 dicembre 1868 – 7 aprile 1869

Lettere indirizzate alla contessa Ricciardi Oliva (cc. 5)


Famiglia SCALA
  

19 aprile 1842

Nicola Scala riveste la carica di giudice supplente nella Camera consultiva di Commercio (cc. 2)

  

1850 – 1851

Lettere in numero di 18 scritte e inviate dal Cardinale Ferretti, segretario del pontefice Pio IX al signor Giuseppe Scala, circa una serie di permessi rilasciati per la gestione di un oratorio privato (cc. 34)

torna a inizio pagina


Buste riguardanti notizie di famiglie diverse
  

Busta 5

  

Fascicolo 1 - Corrispondenza riguardante Michele BRUNI

  

Busta 6

  

Fascicolo 1 - Corrispondenza riguardante Famiglia BRUNI

Fascicolo 2 - Corrispondenza riguardante Giovanna BRUNI

Fascicolo 3 - Corrispondenza riguardante Girolamo BRUNI

Fascicolo 4 - Corrispondenza riguardante Nicola BRUNI

Fascicolo 5 - Corrispondenza riguardante Pasquale BRUNI

Fascicolo 6 - Corrispondenza riguardante Famiglia CATTANEUS

Fascicolo 7 - Corrispondenza riguardante Famiglia CORTIZZOS

Fascicolo 8 - Corrispondenza riguardante Famiglia DUSMET

   

Busta 7

 

Fascicolo 1 - Corrispondenza riguardante  Famiglia ACCIANI

Fascicolo 2 - Corrispondenza riguardante Famiglia AUFIERO                

Fascicolo 3 - Corrispondenza riguardante Famiglia CAPOZZI

Fascicolo 4 - Corrispondenza riguardante Famiglia CARICCHIO

Fascicolo 5 - Corrispondenza riguardante Famiglia CIANCIULLI

Fascicolo 6 - Corrispondenza riguardante Famiglia CIONE

Fascicolo 7 - Corrispondenza riguardante Famiglia CORSI

Fascicolo 8 - Corrispondenza riguardante Famiglia DE ROSA

Fascicolo 9 - Corrispondenza riguardante Famiglia DELL’OSSO

Fascicolo 10 - Corrispondenza riguardante Famiglia DI CAPUA

Fascicolo 11- Corrispondenza riguardante Famiglia DI GENNARO

Fascicolo 12 - Corrispondenza riguardante Famiglia FRASCA

Fascicolo 13 - Corrispondenza riguardante Famiglia FREDA

Fascicolo 14 - Corrispondenza riguardante Famiglia GATTA o GATTI

Fascicolo 15 - Corrispondenza riguardante Famiglia LABONIA

Fascicolo 16 - Corrispondenza riguardante Famiglia LANNI

Fascicolo 17 - Corrispondenza riguardante Famiglia LA VIA (comprendente anche ms. sulla storia genealogica della famiglia dal 1292 al 1892)                                                        

  

 Busta 8

 

Fascicolo 1 - Corrispondenza riguardante Famiglia AVENA

Fascicolo 2 - Corrispondenza riguardante Famiglia CACCIATOTI

Fascicolo 3 - Corrispondenza riguardante Famiglia DE ROGATIS

Fascicolo 4 - Corrispondenza riguardante Famiglia LENZI

Fascicolo 5 - Corrispondenza riguardante Famiglia NIGRO

Fascicolo 6 - Corrispondenza riguardante Famiglia PAGLIA

Fascicolo 7 - Corrispondenza riguardante Famiglia PALADINI

Fascicolo 8 - Corrispondenza riguardante Famiglia PALLANTE

Fascicolo 9 - Corrispondenza riguardante Famiglia PASCALE

Fascicolo 10 - Corrispondenza riguardante Famiglia PELLICANO

Fascicolo 11 - Corrispondenza riguardante Famiglia PEPE

Fascicolo 12 - Corrispondenza riguardante Famiglia TOZZOLI

Fascicolo 13 - Corrispondenza riguardante Famiglia VECCHI 

Fascicolo 14 -  Documentazione varia ( annotazioni per spese, per doti, per matrimoni, inventari di beni, esazioni, conti, lettere, ricevute)

torna a inizio pagina


Carteggio riguardante MARIA CRISTINA DI SAVOIA  e la sua causa di beatificazione

Busta 9

[Sec. XVIII] - Ritratto di Maria Cristina di Savoia, cav. Paolo Mercuri diresse, Antonio Schiassi incise (c. 1)

1820, 10 marzo - Atto di nascita e battesimo della Ven. Maria Cristina di Savoia (cc. 3 di cui una ripieg.)

1856, 26 novembre - Lettera di risposta  al Padre Guglielmo De Cesare riguardante una sua richiesta (cc. 2)

1858, 2 febbraio – 1859, 31 dicembre - Rendiconto per la postulazione della causa della Venerabile Serva di Dio Maria Cristina di Savoia, regina del Regno delle due Sicilie (cc. 16)

1858, 22 aprile - 1861, 20 giugno - Copia dei documenti e giustificazioni per i pagamenti fatti per la Causa di Beatificazione e Canonizzazione della Serva di Dio Maria Cristina di Savoia già Regina del Regno delle Due Sicilie (cc. 20)

[1860 – 1885] - Introiti ed esiti, corrispondenza varia per la causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia:

  • 1860, 14 luglio - Lettera indirizzata al padre “Eccelarario “ D. Guglielmo Avellino circa il Fondo S. Janni del sig. Pellicano (cc.2)

  • 1861? - Pro memoria  pel signor Conte Filippo Antonelli, governatore della Banca Romana, con il quale si rammenta che  l’abate Guglielmo De Cesare aveva avuto l’incarico dal re Francesco 2. di Postulatore della causa di canonizzazione della venerabile Regina Maria Cristina. Ad evitare i pericoli di ritenere presso di se il denaro offerto allo scopo dai congiunti reali, il religioso ritenne opportuno farne un deposito presso la Banca Romana e nominò a suo pagatore uno spedizioniere apostolico romano (cc. 8)

  • 1861, 10 agosto - Lettera su carta intestata della Real Maggiordomeria Maggiore di sua Maestà all’abate Guglielmo De Cesare in cui lo si informa della nomina da parte del re a Postulatore della Causa di Beatificazione della Venerabile Maria Cristina di Savoia (cc. 2)

  • 1861, 16 novembre - Lettera su carta intestata della “Legazione di S. M. il Re nel Regno delle Due Sicilie presso la Santa Sede all’abate Guglielmo de Cesare circa le spese per la causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia (cc.2)

  • 1861–1871 - Bilancio generale dell’esito ed introito fatto dal Rev.mo Postulatore D. Guglielmo De Cesare nella causa di beatificazione della Venerabile Serva di Dio Maria Cristina Regina delle Due Sicilie incominciato dal 1. Agosto 1861 a tutto luglio 1871 (cc. 2)

  • 1862, 9 gennaio - Lettera del principe di Altomonte a Monsignor De Cesare per trasmettergli una copia dei conteggi del deposito di denaro per la causa di beatificazione (cc. 2)

  • 1862, 11 febbraio - Lettera dell’abate Guglielmo De Cesare a Monsignor Bartolini, segretario della Sacra Congregazione dei Riti in cui espone le difficoltà insorte per il prosieguo del processo, a causa del clima sociale e politico del momento (cc. 2)

  • 1862, 19 agosto - Lettera del Principe di Ruffano a Monsignor De Cesare circa il pagamento da effettuarsi allo scultore Salvatore Irdi per la realizzazione del busto di Maria Cristina (cc. 2)

  • 1862, 6 settembre - Lettera dello stesso all’abate per comunicare l’assenso del re al pagamento dello Irdi nella misura di Trenta scudi (cc. 2)

  • 1862, 16 ottobre – Lettera dallo stesso contenuto della precedente (cc. 2)

  • 1863 - Bilancio d’introito ed esito  che il P. Abate Generale ed ordinario di Montevergine Postulatore della causa di Canonizzazione della Venerabile Maria Cristina rassegna a sua Maestà Francesco 2.  … 1863 (cc. 2)

  • 1863, 19 marzo - Lettera del Principe di Ruffano all’abate De Cesare per comunicare il disappunto del Re che non è stato avvisato della tenuta del Concistorio in Vaticano per perorare la causa di Maria Cristina (cc. 2)

  • 1863, 22 marzo - Lettera dello stesso circa il contenuto di alcuni fogli tra cui quelli di monsignor Morsilli deputato per la Causa della Venerabile Maria Cristina (cc. 2)

  • 1866, 13 giugno - Lettera del Maggiordomo Maggiore Michele Imperiale all’abate con cui comunica la soddisfazione del Sovrano circa le opere svolte dagli incisori Paolo Mercuri, Antonio Schioppi ed anche del Sig. Gaetano Spinelli che si occupano dei ritratti, disegni ed incisioni di Maria Cristina (cc. 2)

  • 1870, 22 novembre - Conticino di spese del maestro falegname Giuseppe Scala indirizzato all’abate  (c. 1)

  • 1876-1883 - Bozza di conti pel Bilancio d’introito ed esito della causa di canonizzazione di Maria Cristina di Savoia dal 1876 al 1883 (cc. 6)

  • 1877, 14 ottobre - Lettera di Federico Chiorini all’abate circa il paganento del fitto della casa di Roma da destinarsi all’avvocato Franceschetti (cc. 2)

  • 1879, 5 agosto - Lettera indirizzata all’abate circa il pagamento di un lavoro a firma dell’abate Canevallo (cc. 2)

  • 1880 - Lettera intestata “Schmitt Nast & Comp. “all’abate De Cesare  in cui si comunica di aver saldato un debito (cc.2)

  • 1881, 5 dicembre - La Banca General  avvisa l’abate di aver disposto un pagamento presso la sede di Napoli (c. 1)

  • 1882 - Bilancio di introito ed esito (cc. 5)

  • 1882, 7 febbraio -  Lettera di Mons. D. Vittore Maria Corvaia a Sua Maestà con la quale lo informa di aver adempiuto al suo dovere di consegnare tutta la corrispondenza del compianto abate De Cesare. Tale documentazione, relativa alla causa di beatificazione di Maria Cristina di  Savoia con tutti gli oggetti, l’abate precisa, è stata affidata all’Eccellentissimo duca di san Martino. Segue un inventario dettagliato delle stampe e degli oggetti spettanti alla Postulazione della causa di beatificazione (cc. 3)

  • 1884, 14 febbraio - Il duca di San Martino di Montalbo attesta di aver ricevuto dall’illustrissimo monsignor Corvaja un pacco munito di sei sigilli di cera lacca contenente tutte le carte relative alla Postulazione di Maria Cristina (cc. 2)

  • 1885, 26 gennaio - Il duca di san Martino di Montalbo comunica all’abate che il Sovrano desidera ricevere il resoconto dell’amministrazione dell’abate De Cesare circa la causa di Maria Cristina (cc. 2)

  • 1885, 7 febbraio -  Lettera dello stesso all’abate con la quale comunica di essere impossibilito a spedire le carte necessarie per la compilazione del resoconto (c. 1)

1861 -1871 - Manoscritto dal titolo “Nota delle spese sostenute dal R.mo Postulatore nella causa di beatificazione della Venerabile Maria Cristina, Regina delle Sicilie”

[1863] - Manoscritto dal titolo: Vita della venerabile serva di Dio Maria Cristina di Savoia, regina delle Due Sicilie del padre Guglielmo De Cesare pubblicato in Roma, Tipi della Civiltà Cattolica, 1863

 

    Busta 10a 

    [1863] - Copia del mansocritto dal titolo: Vita della venerabile serva di Dio Maria Cristina di Savoia, regina delle Due Sicilie, del padre Guglielmo De Cesare pubblicato in Roma, Tipi della Civiltà Cattolica, 1863

    1863-1869 - Documentazione relativa a testimonianze autografe di persone che hanno ottenuto grazie dalla Venerabile Maria Cristina di Savoia

    1864, 9 agosto - Certificato in cui Guglielmo De Cesare, abate della Congregazione Verginiana e Postulatore della Causa di Beatificazione e Canonizzazione della Venerabile Maria Cristina di Savoia, attesta che il pezzo di seta di colore verde ...., attaccato con filo rosso, appartiene alla veste della Venerabile Fanciulla (tre copie) 

    1866 - Decreti a stampa relativi alla beatificazione e canonizzazione della Venerabile Maria Cristina di Savoia, in 13 copie, pubblicati in Roma, ex tipographia Rev. Cam. Apostolica, 1866 

    1871-1876 - Manoscritto dal titolo Nota delle spese fatte per la causa di beatificazione della venerabile Regina delle Due Sicilie dal 1 agosto 1871 a tutto luglio 1876


    Busta 10b

    1871-1876 - Filze di documenti riguardanti le spese effettuate e relative ricevute per sostenere la causa della Venerabile Maria Cristina 

    1872-1882 - Corrispondenza tra l’abate Guglielmo De Cesare e Carlo Emingen, consigliere di governo a Praga (cc. 28)

    1883 - Manoscritto tradotto in francese della vita della Venerabile Maria Cristina dell'abate Guglielmo de Cesare 

    1884, 24 maggio - Francesco, nipote dell’imperatrice Marianna, ringrazia l’Abate per le condoglianze fatte per la morte dell’amata zia (cc. 2) 

    [19..] - Inventario degli oggetti che appartenevano alla Venerabile serva del Signore Maria Cristina (cc. 12)

    1936, 12 marzo - 19 luglio - Ricevute di consegna di alcuni oggetti da esporre nella mostra sulla Venerabile Maria Cristina di Savoia (cc. 6) 

    1936, 3 giugno -  Minuta della lettera consegnata a Sua Altezza Reale riguardante notizie sulla Causa di Beatificazione della Venerabile Maria Cristina di Savoia (cc. 2) 

    1937, 4 marzo - Il padre Fra Agostino della Vergine, postulatore generale della causa di beatificazione e canonizzazione della Venerabile Maria Cristina di Savoia, afferma che il pezzetto di indumento di colore bianco, rinchiuso nella teca d’argento di forma ovale, è autentico (c. 1) 

    1937, 6 maggio -  Decreto riguardante la causa napoletana di beatificazione e canonizzazione della venerabile serva di Dio Maria Cristina di Savoia sul dubbio se consti delle virtù teologali Fede, Speranza, Carità verso Dio e verso il prossimo, come pure delle virtù cardinali Prudenza, Giustizia, Temperanza, Fortezza (cc. 8 con versionein italiano)

    1939, 20 febbraio - Lettera dell'abate Ramiro marcone al Santo Padre con la quale lo informa di aver designato come vice postulatore per la causa di Maria Cristina il p. Giacinto Sarno del monastero di Montevergine (c. 1)

    1939, 13 marzo-3 aprile - Lettere di risposte negative alla richiesta di un contributo per la causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia (cc. 3) 

    1939, 16 marzo -6 novembre - Contributi sia di privati che di vari enti per sostenere le spese per la causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia 

    1939, 17 aprile - 28 agosto - Conti e ricevute di spese sostenute dal Padre Giacinto Sarno vice postulatore della causa di beatificazione di Maria Cristina di Savoia. Si tratta per lo più di fatture della Tipografia A.L.G. (Artistici Lavori Grafici) (cc. 12) 

    1939, 6 giugno - Inviti rivolti al p. Giacinto Sarno affinché tenga, nelle chiese di Marano e di Monteleone, di conferenze sulla Venerabile Maria Cristina (2 cartoncini di cui uno ripieg.) 

    1939, 21 giugno - Fattura della gioielleria, argenteria Perez di Napoli per il conio di speciali medaglie ed altrettante 500 medaglie di bronzo (c. 1) 

    1939, 6 agosto - Risposta di Monsignor Giuseppe Beccaria relativa all’istanza rivolta dal postulatore a S.M., la Regina e Imperatrice per invocare l’interessamento morale e finanziario alla propaganda per l’innalzamento agli onori dell’altare della venerabile Maria Cristina di Savoia (cc. 2; tre copie)

    1939, 26 gennaio - 1940, 4 marzo - Corrispondenza e risposte tra i vicepostulatori don Giacinto Sarno e p. Ruggiero Izzo con vari personaggi allo scopo di organizzare conferenze e mostre per diffondere la devozione nei con fronti di Maria Cristina (cc. 14)

    1939, 17 giugno - 1940, 10 luglio - Corrispondenza tra il padre d. Giacinto Sarno ed i responsabili dello stabilimento artistico F. M. Loriolo Fratelli per il conio di medaglie con le effigie di Maria Cristina (cc. 14)

    [194.] - Memoria del p. Giacinto Sarno relativo al suo incarico di vicepostulatore nella causa di Maria Cristina (cc. 18)

    [194.] - Preghiera scritta dall'abate Giuseppe Ramiro Marcone per la beatificazione di Maria Cristina di Savoia (c. 1)



    torna a inizio pagina