<div <div <div <div <body

Una finestra sulla Biblioteca

Il racconto dei "Piccoli bibliotecari crescono"

Riceviamo, e molto volentieri pubblichiamo, il resoconto della classe 4 L del Liceo Scientifico "P. S. Mancini" di Avellino sull'esperienza di alternanza scuola lavoro svolta in collaborazione con la Biblioteca di Montevergine, oggetto di una giornata di confronto molto partecipata tenutasi il 25 maggio 2018. Pubblichiamo a corredo il breve video che fu proiettato in quell'occasione.

(di Francesca Torrecuso)

Noi, tredici "piccoli bibliotecari" provenienti dalla 4^L del Liceo Scientifico “P. S. Mancini” di Avellino, abbiamo continuato con entusiasmo il nostro percorso ASL, iniziato lo scorso anno presso la Biblioteca di Montevergine, ospitata all'interno del Palazzo Abbaziale di Loreto. Avendo fatto tesoro di quanto appreso durante le ore di alternanza scuola lavoro svolte in precedenza presso la prestigiosa Biblioteca di Montevergine, guidati dal nostro tutor, Sabrina Tirri, e con il supporto della prof.ssa Filomena Aiello, abbiamo approfondito le nostre abilità in materia, e ci siamo aperti sempre più al confronto e alla cooperazione. Ebbene sí, anche se abbiamo acquisito una competenza di base che ha permesso a noi di catalogare, di inserire volumi nazionali nella rete SBN, ci siamo resi conto di essere divenuti anche un po' bibliotecari di noi stessi, avendo fatto proprio un metodo di ricerca fondato sull'uso intelligente di tutti gli strumenti a nostra disposizione. La biblioteca, luogo dinamico, agorà del sapere, lungi dall'essere uno sterile deposito di libri polverosi, svolge un ruolo formativo ed informativo di essenziale importanza. Contribuisce alla crescita della nostra formazione, permette uno sviluppo equilibrato della nostra identità e, avvicinando noi giovani alla lettura di testi scritti di assoluto valore culturale, rende noi edotti della storia del nostro territorio. Un ringraziamento speciale la 4^L lo rivolge alla nostra tutor che sempre si distingue per le sue attitudini professionali e per il suo essere così vicina umanamente a ragazzi che, accanto al consueto percorso curriculare, hanno imparato ad approcciarsi alla biblioteconomia. L'organizzazione e il funzionamento di una biblioteca richiede un lavoro certosino in cui impegno e silenzio la fanno da padrone, con ampi di spazi di collaborazione e confronto. Un ringraziamento va rivolto anche alla nostra prof.ssa Aiello che, nonostante le vicissitudini che hanno visto coinvolto il nostro istituto e scombussolato quello che era il consueto iter di noi alunni, ci ha amorevolmente condotto ad arricchire la nostra formazione umana e culturale presso la Biblioteca di Montevergine, ambiente privilegiato di apprendimento e orientamento.