<div <div <div <div <div <body

Vargas Macciucca, Tommaso

Vargas Macciucca, Tommaso
Personale/collettivo
Personale
Codice
EL Ex libris
PID
NAPP000291

Descrizione

Tommaso de Vargas Machuca o Macciucca (1679-1775), discendente da una delle famiglie nobili più antiche di Spagna, presente a Napoli sin dal XVI secolo, giurista, nominato Duca nel 1732, già Grande di Spagna di prima classe, diede vita tra Sette e Ottocento assieme al figlio Francesco (1699-1785) ad una delle biblioteche più rinomate  del Regno di Napoli, e fu il primo a regolarne l’uso con un apposito regolamento a stampa e a caratterizzarla con un ex libris in cui era inserito il suo stemma col motto “Assi Vargas Machuca”, a ricordare le gesta valorose di un suo avo Don Diego Perez de Vargas che, avendo perso la spada o la picca in un assedio contro i mori nel 1247, abbatté numerosissimi nemici con un semplice ramo di ulivo, incoraggiato dalle grida di don Alvaro Perez de Castro, che più volte urlò: “Assi, assi Vargas macchucca”, cioè: “Così, così,  maciulla!”. Da allora l’appellativo Macciucca fu aggiunto al nome Vargas. La biblioteca Vargas Macciucca fu smembrata e venduta alla fine dell’Ottocento, ma il nucleo principale fu inglobato nella Biblioteca Ventimiglia di Vatolla (SA) e donato poi nell’aprile del 1973 da Antonio Ferrante e Ottaviano Mariano Ventimiglia all’Università di Salerno.

(Egisto Bragaglia, Gli ex libris italiani : dalle origini alla fine dell'Ottocento. 2 v. Repertorio n. 506-507, Milano 1993)
Giuseppina Zappella, Utitor, non abutitor in «Biblioteche oggi» (marzo 1994), p. 70-71


Raffaella Salvemini, Gli Spagnoli a Napoli al tempo dei Napoleonidi (1806-1815) : le ragioni di una débâcle economica e politica, in «Mélanges de l’école française de Rome» (Année 1999) p. 683-719


(Nobili napoletani, http://www.nobili-napoletani.it/, ultima data di consultazione 20 luglio 2018)


de Vargas Machuca

Collocazione