<div <div <div <div <div <body

Apuzza, Paolo

Apuzza, Paolo
Personale/collettivo
Personale
PID
NAPP002233

Descrizione

Nota manoscritta (in testa al frontespizio): D. Paolo Apuzza O.S.B.

Nota manoscritta: D. Paolo, Montevergine

Nota manoscritta: D. Paolo Apuzza



Apuzza, PaoloPAOLO APUZZA, nome secolare Gaetano, nacque a Forino il 18 dicembre 1924. Nel 1935, a undici anni, entrò nell’alunnato monastico di Montevergine e vi proseguì con regolarità gli studi fino al liceo classico filosofico. Si laureò in Teologia (1945-1949) nel monastero di S. Scolastica di Subiaco (Roma). Il 18 ottobre 1946 emise la professione solenne, e il 25 luglio 148 fu ordinato sacerdote nella basilica di Montevergine. Fu impegnato in molteplici attività come sacrista e insegnante nelle scuole monastiche legate a Montevergine; contemporaneamente divenne Assistente Diocesano della Gioventù Maschile di Azione Cattolica. Fu poi cappellano dell’Ente ENAOLI (ENTE NAZIONALE ASSISTENZA ORFANI LAVORATORI ITALIANI), con sede a breve distanza dal Palazzo Abbaziale di Loreto, dove istituì un corso di specializzazione in psicologia sperimentale, corso che diresse dal 1967 fino al 1976, anno di cessazione dell'ente. Dal 1960 al 1982 D. Paolo fu impegnato come 2° bibliotecario nella Biblioteca di Montevergine, che nel frattempo era stata aperta al pubblico, assumendo la denominazione di Biblioteca Statale di Montevergine con annesso il Monumento Nazionale. Tale incarico fu preceduto da un’accurata preparazione, comprendente il diploma di Archivista conseguito a Napoli. Nata nel frattempo “Radio Montevergine”, ne divenne il Direttore, conducendo le trasmissioni con grande energia e spirito educativo. Dal 1 giugno 1990 divenne Vice-priore al Santuario e l’anno dopo assunse anche l’ufficio di Sacrista della Basilica di Montevergine. Di animo particolarmente socievole e caritatevole, specie verso i giovani, amante delle arti e delle bellezze che aveva potuto apprezzare nei vari viaggi all’estero, in Austria, Svizzera, Francia e soprattutto in Spagna, si spense il 14 luglio 1994.

(Padre don Paolo Apuzza, in «Il Santuario di Montevergine», 75(1994), n. 9, p. 174-176)

Collocazione